Azienda

LA CANTINA BASTIANICH

LA FAMIGLIA

"La cantina racchiude il racconto dei valori della famiglia Bastianich"
La profonda connessione che la famiglia Bastianich ha con il mondo vinicolo ci riporta indietro di decadi e generazioni. Risale infatti agli incontri con le più importanti famiglie di viticoltori negli anni Settanta e Ottanta e alla promozione dei migliori vini Friulani nelle carte dei vari ristoranti della Famiglia negli Stati Uniti. È stata proprio questa passione per il vino, coniugata alla volontà di riscoprire e ritrovare le proprie origini, che ha portato la famiglia Bastianich, nel 1997, a impiantare i primi vigneti a Buttrio e a Cividale del Friuli, in una delle zone più vocate d'Italia alla produzione di vini bianchi.
 

Il VIGNETO

"Il luogo che racconta passione e devozione"
Le vigne, tutte di proprietà della Tenuta Bastianich dal 1997, si trovano in due zone distinte della DOC Colli Orientali del Friuli. Il primo vigneto è situato sulle colline di Buttrio e Premariacco, nella zona più calda e più a Sud della Doc. Influenzato dal calore proveniente dal mare offre le uve per la produzione dei nostri vini Cru, più corposi e strutturati, come il Vespa Bianco, Vespa Rosso, Plus e Calabrone.
Il secondo vigneto, che si trova sulle colline di Cividale del Friuli, è influenzato dalla bora, il vento freddo proveniente dal nord, che, nelle notti più rigide, produce vini di maggior intensità aromatica.

 
Azienda
Azienda

La "ponca" è l'elemento caratterizzante di questo territorio collinare di origine eocenica, il Collio appunto, costituito pressochè integralmente da marna argillosa ("ponca" in lingua friulana) alternata a strati di arenaria (sabbie calcificate). E' ricca di calcare, potassio e fosforo e povera di sostanza organica, facilmente alterabile in presenza di agenti atmosferici, si sgretola velocemente, mutando dall'originario tono grigio-azzurognolo in colore grigio-giallastro fino a trasformarsi in terreno argilloso caratterizzato da buon trattenimento idrico. Gli strati di pietra arenaria, alternati alle marne, presentano composizione variabile: aumenta in genere il tenore di silice e diminuiscono proporzionalmente tutti gli altri composti, in modo particolare il calcare.